Il costo dell'ambra

Quanto costa l’ambra?

condividi questo articolo su:

I fattori che incidono sul valore dell’ambra

Mi fa piacere che siano proprio i miei clienti a darmi stimoli e ispirazioni nella scelta dei temi da approfondire sul blog di La Via dell’Ambra. Il tema di questo nuovo articolo non fa eccezione: sono anni che i miei clienti chiedono perché un certo gioiello costi molto di più rispetto ad un altro. O meglio, la curiosità che in tanti mi esprimono è: quali sono gli elementi che incidono sul valore dell’ambra baltica?

Come si valuta l’ambra baltica?

Ci sono tanti fattori che incidono sul valore dell’ambra baltica e sono tutti importanti. Partiamo dal fatto che l’ambra è un semi-prezioso, quindi ha un valore variabile, tra quello delle semplici pietre dure per arrivare a quello dell’oro. Ecco i parametri principali:

1.      Peso. Il prezzo dell’ambra si valuta al grammo e può variare da 0,2 euro al grammo fino a 25 euro al grammo. È chiaro che più il pezzo d’ambra è grande, più il costo sarà alto. Questo significa anche che più il pezzo d’ambra è grande, più esso è pesante. Vorrei specificare che i pezzi grandi sono molto più rari rispetto a quelli piccoli. Solo uno su mille dei pezzi di ambra che il Mar Baltico ci dona può essere considerato di grandi dimensioni e la rarità incide sul prezzo. È per questo che trovate al mio negozio un braccialetto fatto di tante piccole scaglie al prezzo di 12 euro e, accanto, un bel ciondolo, un unico pezzo grande, da 200 euro. È normale e non c’è nessun inganno!

Il valore dell'ambra

Il ciondolo in ambra gialla, di grandi dimensioni e tanta lavorazione vale 7 volte di più rispetto alla collana fatta di piccole scagliette d’ambra.

 

2.      Lavorazione. Ma non c’è solo il peso, a determinare il prezzo! Spesso succede che i clienti mi chiedano come possano, due bracciali più o meno della stessa dimensione, avere prezzi così diversi. Ecco, in questo caso è una questione di lavorazione. Ad esempio, se i pezzi del bracciale sono perfettamente tondi, significa che c’è tantissimo scarto di produzione (in partenza i pezzi d’ambra erano più grandi per arrivare poi, con la lavorazione, a una misura unica) e una attenta cernita dei pezzi adatti a fare quel tipo di bracciale. Al contrario, più i pezzi d’ambra sono irregolari e grezzi, meno lavorazione c’è – e quindi il costo finale è inferiore.

3.      Qualità. Ci sono alcuni colori dell’ambra baltica che valgono più degli altri (ricordiamoci che stiamo parlando di valore commerciale, non gemmologico!). Ambra reale (bianca), ambra gialla opaca e ambra completamente trasparente valgono di più rispetto all’ambra con delle impurità (e si intende impurità vegetali, perché le inclusioni di insetti non vengono considerate impurità, danno un valore aggiunto). Sottolineo anche che l’ambra bianca e gialla non subiscono trattamenti termici come accade con l’ambra trasparente: per questo, come materia prima è di qualità migliore, oltre ad essere più rara. Invece i pezzi d’ambra di altri colori passano per l’autoclave, vengono riscaldati e quindi possono migliorare il loro aspetto partendo da una materia prima meno pregiata.

Il prezzo dell'ambra

Due bracciali delle dimensioni simili: il bracciale in ambra gialla costa quasi 3 volte di più rispetto al bracciale in ambra nera.

Sì sì, ho prezzi buoni, ma…

So che non dovrei dirlo… ma lo dico! Succede spesso che i clienti mi dicano: “Ma tu hai prezzi molto più bassi rispetto agli altri negozi, perfino all’estero sono più alti!”. Non so se sia vero o meno, a volte forse sì, perché lavoro direttamente con i laboratori e non ci sono intermediari, ma la mia prima risposta di solito è un’altra domanda: che tipo di gioielli hai visto negli altri negozi che hai visitato? Magari la maggior parte dei gioielli era in ambra gialla, pezzi grossi e super lavorati?

Questo vi farà capire anche un’altra cosa: cerco sempre di avere gioielli cosiddetti “intelligenti”, nel mio negozio: faccio le mie scelte tenendo in considerazione che la lavorazione non sia eccessiva, ma che valorizzi l’ambra; che le dimensioni non siano troppo grandi, ma che il gioiello sia visibile; che l’ambra baltica abbia anche le impurità, quindi costi meno, ma racconti la storia di un passato antico e affascinante. Si, è un lavoro impegnativo, ma è un modo per fare sì che l’ambra baltica sia accessibile a tutti. Penso che, a volte, la bellezza dell’ambra si trovi di più nella sua naturalezza che nella lavorazione. Insomma, i gioielli – braccialetti, anelli, pendenti, collane – che trovate a La Via dell’Ambra sono stati scelti personalmente da me da artigiani lituani che conosco bene, perché sono stata nei loro laboratori, pensando innanzitutto che il gioiello che ogni mio cliente sceglierà sarà unico. Sarà il suo gioiello – o il gioiello della persona a cui vorrà regalarlo. Indossarlo, sarà l’inizio di una storia personale che affonda le radici in una storia antichissima, iniziata più di 50.000.000 di anni fa.

Lo so che con questo articolo ho risposto a tante domande ma forse – e in un certo senso lo spero! – ne ho anche create tante di nuove. Tranquilli, è probabile che mi abbiate già suggerito il tema per il prossimo mese…

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo su :

Autore

Ramune Kupsyte

Ramune Kupsyte, titolare del negozio
“La Via dell’Ambra” specializzato in ambra baltica.
Bassano del Grappa (Vicenza).
La camera d’ambra. Storia e mistero dell’ottava meraviglia
Il Pino, l’albero da cui nacque l’ambra
TAG : , , ,

2 Commenti. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

altri articoli…

Menu